Giana opaca, Livorno solido e cinico passa a Gorgonzola

Calcio serie C : Giana-Livorno 0-2

Il Livorno esce dalla crisi battendo una Giana poco brillante. .

GIANA ERMINIO-LIVORNO 0-2

Giana Erminio (4-4-1-1): Sanchez, Perico S. (Capano 36’ st), Bonalumi, Montesano, Foglio (Seck 36’ st), Chiarello (Greslein 36’ st), Degeri (Perna 23’ st), Marotta, Iovine, Okyere, Bruno. A disp: Taliento, Concina, Seck, Sosio, Greselin, Capano, Perna. Allenatore: Cesare Albè

Livorno (4-3-3): Pulidori, Perico G. Borghese, Gonnelli, Franco, Valiani (Pedrelli 36’ st), Bruno A., Kabashi, Murilo (Bresciani 26’ st), Montini (Vantaggiato 36’ st), Manconi (Doumbia 14’ st). A disp: Sambo, Giandonato, Gasbarro, Pedrelli, Vantaggiato, Gemmi, Perez, Morelli, Maiorino, Doumbia, Bresciani, Pirrello. Allenatore: Andrea Sottil

Direttore di gara: Daniel Amabile di Vicenza. Assistenti: Lorenzo Biasini e Luca Bianchini di Cesena

Marcatori: Murilo 28’ pt e 20’ st

Una Giana meno brillante del solito perde con il Livorno ora tornato primo in classifica almeno per qualche ora. Inizia bene la Giana e nella prima mezz’ora tiene il pallino del gioco e va alla conclusione in un paio di occasioni con Bruno, decisamente meno incisivo del solito, e Iovine uno dei più positivi. Al 30′ però alla prima occasione il Livorno passa grazie ad una uscita a vuoto di Sanchez e un rimpallo fra Foglio e Murillo che finisce in porta. I milanesi invece di reagire si smarriscono e cominciano a perdere palloni banali e commettere tanti errori di misura che hanno reso il gioco biancazzurro molto farraginoso. Nel secondo tempo la musica non cambia, il Livorno si difende con ordine e infila la Giana al 21′ ancora con Murillo che è una scheggia in contropiede supera tutti ed infila Sanchez con un potente rasoterra. Nel finale Albè inserisce 4 cambi che non incidono più di tanto sulla gara che il Livorno vince con merito.

 

——