Harakiri Pergolettese, solo un pari a Grumello

Calcio serie D: Grumellese-Pergolettese 0-0

Gara condizionata dall’espulsione di Poesio dopo 20′, non basta un buon secondo tempo al Pergo per vincere..

.

GRUMELLESE: Aiello, Belotti (38′ st Iudica), Capelli (32′ pt Dossi), Rota Andrea, Tignonsini, Gambarini, Lini (1’st Migliavacca, 22′ st  Ferrari)), Duca, Rota Daniele, Ravasi, Cavalcante.
A disp. Panchiroli, Marchini, Brenna, Romano.
All. Renica Alessandro
PERGOLETTESE: Leoni, Premoli, Boschetti, Dragoni, Brero, Contini, Piras, Poesio, Ferrario, Pedrabissi (33’st Peri), Morello.
A disp. Ghirlandi, Armanni, Baggi, Pizza, Mattiolo, Pezzi, Sonzogni.
All. Curti Pierpaolo
ARBITRO: sig. Grasso Gianluca della sez. di Ariano Irpino
ASSISTENTI: sig. Dioretico Giovanni e sig. Zanellati Glauco della sez. di Seregno
ESPULSO Poesio al 22′ del primo tempo per frase blasfema e il viceallenatore Lunghi per proteste al 43’st

È il campionato dei rimpianti per la Pergolettese che pareggia sul campo della pericolante Grumellese dopo una gara giocata in dieci per un’ora. I bergamaschi con nuovo mister in panchina Renica ha iniziato la gara andando a 1000 all’ora pressando alto e mettendo in difficoltà i gialloblù. Al 21’ Poesio subisce una carica, Grasso non fischia e il giocatore protesta vIgorosamente, bestemmia e l’arbitro lo espelle. Arbitro permaloso ma grande ingenuità del gialloblù. La Grumellese attacca mette due cross pericolosi che non si concretizzano. Nel finale di tempo due occasioni per Daniele Rota, la prima dopo un corner con tiro alto di poco da 10 metri, la seconda diagonale da dentro l’area ben parato da Leoni. Il Pergo si limita a difendersi e non riparte mai. Nel secondo tempo invece i gialloblù cambiano registro nonostante linferiorità numerica. Subito al 1’ cross di Ferrario per Dragoni di testa che manda di poco fuori. Al 15’ tiro alto poco pericoloso di Andrea Rota. Al 17’ cross di Boschetti, ponte di testa di Morello, bella rovesciata di Ferrario fuori di nulla. Al 23’ Ferrario ruba palla e serve assist a Pedrabissi che. Dribbla e calcia ma Aiello para di piede. Nonostante inferiorità è sempre il Pergo a fare la partita si rende pericoloso in altre due occasioni con Boschetti, diagonale parato e colpo di testa di Dragoni nel recupero fuori. Ogni domenica per un problema diverso ma il Pergo ha vinto una sola gara nelle ultime cinque e la classifica ne risente. Al termine della gara nervi tesi per i cannibali gialloblù che hanno contestato alla squadra e tecnico la mancata vittoria, reazione piccata di Curti spazientito da questo atteggiamento e battibecco con i tifosi che di certo non aiuta a rasserenare il clima. Ora per il Pergo due gare complicte i capoclassifica e il derby.