La Giana vince una gara per cuori forti

Calcio serie C : Giana-Piacenza 4-3

Dopo una gara al cardipalmo l’ha spuntata la Giana grazie al suo bomber. .

.

GIANA ERMINIO-PIACENZA 4-3

Giana Erminio (4-4-1-1): Taliento, Perico, Bonalumi, Montesano, Foglio (Seck 37’ st), Chiarello, Marotta, Degeri (Okyere 31’ st), Pinto (Rocchi 23’ st), Perna (Bardelloni 37’ st), Bruno. A disp: Asnaghi, Concina, Sala, Seck, Rocchi, Sosio, Iovine, Greselin, Capano, Okyere, Caldirola, Bardelloni. Allenatore: Cesare Albè.

Piacenza (4-3-3): Fumagalli, Mora, Bini, Pergreffi, Masciangelo, Segre, Della Latta, Morosini, Nobile (Corazza 33’ st), Zecca (Silva 13’ st), Scaccabarozzi (Pederzoli 13’ st, Masullo 36’ st). A disp: Lanzano, Silva, Pederzoli, Ferri, Corazza, Carollo, Masullo, Bertoncini, Sarzi Puttini, Castellano. Allenatore: Arnaldo Franzini.

Direttore di gara: Daniele De Santis di Lecce. Assistenti: Claudio Gualtieri di Asti e Luca Dicosta di Novara

Marcatori: Pergreffi 2’ pt, Chiarello 7’ pt e 2’ st, Segre 10’ pt, Bruno 22’ pt (rig.) e 45’ st, Pederzoli 24’ st (rig.)

Ammoniti: Degeri 45’ pt, Bonalumi 13’ st, Nobile 33’ st, Foglio 35’ st, Perico 49’ st,

Espulsi: Bini 22’ pt, Pergreffi a gara terminata

 

PAROLE dalla SALA STAMPA Il vice di Albè, Raul Bertarelli e Riccardo Chiarello commentano così la gara vinta al fotofinish contro il Piacenza

Pubblicato da A.S. Giana Erminio su Mercoledì 8 novembre 2017

Turno infrasettimanale con il Piacenza valido per la 13° giornata di campionato, che ha offerto una partita a dir poco rocambolesca, conclusasi con la vittoria della Giana allo scadere, dopo che il pubblico del Città di Gorgonzola aveva già visto ben sei gol.

Primo tempo 2-2 carambola di emozioni

Prima gara da titolare per il centrocampista Lorenzo Degeri ed esordio tra i professionisti per il portiere classe ‘99 Roberto Taliento, ma a gara iniziata da 2’ il Piacenza si porta subito in vantaggio: su calcio d’angolo, Pergreffi sfugge alla marcatura e, tutto solo, di testa insacca scheggiando il palo interno. La Giana reagisce e al 7’ pesca il pareggio: Pinto trova un corridoio centrale e conclude a rete, dove Fumagalli respinge senza trattenere e sulla palla si avventa Chiarello, che dalla destra insacca. Ma le emozioni non finiscono e al 10’ il Piacenza torna in vantaggio con Segre, che in corsa da dietro arriva a raccogliere il cross di Masciangelo dalla sinistra e di testa infila nuovamente la porta difesa da Taliento. Al 15’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la Giana, Foglio con un traversone va a pescare Bonalumi sul secondo palo, ma la sua conclusione di testa è troppo debole e viene bloccata tra le mani di Fumagalli. Al 17’ la Giana conquista una punizione centrale dai 20 metri, ma la conclusione di Bruno colpisce la barriera. Al 21’ un traversone di Degeri trova Perna in area, il quale appoggia per Bruno che si trova a tu per tu con Fumagalli, ma viene atterrato da Bini e per l’arbitro è rosso diretto e rigore per la Giana: Bruno non perdona e spiazza nettamente l’estremo difensore biancorosso con il gol de pareggio. Nessun cambio operato da mister Franzini per fronteggiare l’uomo in meno, ma Della Latta viene arretrato a difensore centrale. Al 25’ lancio lungo di Bruno per Chiarello, che prende il tempo a Masciangelo ma non aggancia bene il pallone e manda fuori. Al 34’ Foglio dalla sinistra crossa per Chiarello, che dal limite dell’area lascia partire un destro a fil di palo, che Fumagalli in extremis, distendendosi, riesce ad allontanare. Al 44’ punizione per il Piacenza dai 25 metri: Morosini conclude direttamente in porta, tra le braccia di Taliento.

Secondo tempo 4-3, Bruno allo scadere

Nessun cambio al rientro dagli spogliatoi e al 2’ la Giana passa in vantaggio con un gran gol di Chiarello, che raccoglie il passaggio di Pinto e dal limite dell’area lascia partire un destro che paralizza Fumagalli. Al 13’ mister Franzini effettua un doppio cambio sostituendo Zecca con Silva e Scaccabarozzi con Pederzoli. Il Piacenza alza il pressing tentando il tutto per tutto e al 18’ guadagna una punizione dal limite dell’area, sulla destra: sul pallone si presenta Pederzoli, che calcia sul secondo palo, palla deviata in angolo. Al 20’ occasione per il Piacenza con Nobile, che sfugge sulla sinistra ma da distanza ravvicinata spreca, calciando alto. Al 23’ primo cambio per la Giana, con Rocchi che rileva Pinto. Al 24’ rigore per il Piacenza: Perico entra in contatto con Masciangelo sulla parte destra dell’area e per il direttore di gara è penalty, che Pederzoli trasforma in gol con un tocco morbido, spiazzando Taliento. Al 29’ miracolo assoluto di Fumagalli su Bruno, che raccoglie un passaggio di Montesano e in spaccata impegna l’estremo difensore del Piacenza, che smanaccia e devia in angolo. Un minuto più tardi è una conclusione da fuori di Montesano che sfiora il palo. Al 31’ secondo cambio per la Giana, con Okyere che sostituisce Degeri. Al 33’ mister Franzini fa entrare Corazza al posto di Nobile, appena ammonito e al 36’ entra Masullo al posto di Pederzoli. Al 37’ nella Giana escono Foglio per Seck e Perna per Bardelloni. Al 41’ ci prova Bruno dal limite dell’area, con una parabola che termina alta sopra la traversa. Ma al 45’ il pressing della Giana ottiene il risultato sperato e Bruno sigla il vantaggio: un rinvio di Fumagalli viene intercettato di testa da Okyere, che appoggia per Bruno, il quale stoppa e punta la porta, concludendo con un palo-gol. Al 48’ la Giana sfiora la cinquina: Bardelloni chiama Fumagalli alla respinta in extremis, Okyere raccoglie e passa a Marotta, che calcia alto di poco sopra la traversa. La Giana non si accontenta e al 49’ è Bruno che sfugge verso la porta da solo, ma quando è quasi sul punto di tirare si allunga troppo la palla e Fumagalli lo anticipa di poco. Sul fischio finale, un diverbio tra Rocchi e Pergreffi finisce con il biancorosso che colpisce il difensore della Giana e l’arbitro gli sventola il cartellino rosso.