Super beffa per la Pergolettese, il derby va al Crema

Calcio Coppa Italia : Crema-Pergolettese 1-1 (9-8 dcr)

In vantaggio fino al 95′ il Pergo viene raggiunto per una papera di Leoni tornato fra i pali. Nei calci di rigore la spunta il Crema. .

.

CREMA – PERGOLETTESE 1 – 1 (9 -8 dopo i rigori)
,Reti: p.t. 41′ Dragoni; s.t. 49′ Tomas
CREMA: Marenco, Scietti (11′ st Donida), Ogliari, Biraghi (11′ st Gomez), Massoni, Stankevicius, Mandelli, Tonon (40′ pt Porcino), Marrazzo (38′ st Erpen), Tomas (35′ st Bahirov), Pagano.
A disp. De Bastiani, Davini, Gibeni, Dell’Anna,
All. Porrini Sergio
PERGOLETTESE: Leoni, Premoli (32′ st Armanni), Villa, Dragoni, Brero, Contini, Rossi (21′ st Pezzi), Poesio (35′ st Pizza), Ferrario (38′ st Peri), Manzoni (29′ st Baggi), Boschetti
A disp. Guerreschi, Parisio, Sonzogni, Morello,
All. Curti Pierpaolo
Arbitro: sig. Campagnolo Stefano della sez. di Bassano del Grappa
Assistenti: sig. Torresan Andrea della sez. di Bassano del Grappa e sig. Dal Bosco Luigi della sez. di Verona

Tremenda beffa per la Pergolettese che perde il derby di coppa ai rigori raggiunta al 95′ per una papera di Leoni tornato fra i pali dopo la squalifica. Alla fine ha vinto la squadra con la rosa di giocatori più forte e completa e lo si vede dai cambi dove per il Pergo sono entrati solo ragazzi giovani ed ha finito la gara con solo Contini e Baggi di “over” al contrario del Crema che ha fatto entrare giocatori del calibro di Porcino, Donida, Erpen e giovani di pari livello dei sostituiti. Il primo tempo è stato ben giocato dalle due squadre si è fatta preferire la Pergolettese ma anche il Crema ha avuto le sue occasioni. Pergo avanti con uno splendido colpo di testa di Dragoni. Nel secondo tempo la gara è vissuta sui nervi e si è giocato poco. Il Pergo ha chiuso tutti gli spazi concedendo solo due tre tiri da lontano a Pagano. Quando sembrava finita al 95′ ecco la papera di Leoni su punizione non irresistibile di Erpen che regala a Tomas il pareggio ed il portiere gialloblù se la ricorderà a lungo quell’azione. Nei calci di rigore bisogna arrivare fino al 18° tiro per vedere la parata di Marenco su tiro di Pizza per l’esultanza bianconera.