Il Pergo è più bello, la Virtus più cinica e va in finale

Calcio serie D : Pergolettese-Virtus Bergamo 1-2

Il Pergo gioca una buona gara, ma la Virtus è più squadra e cinica e va in finale con il Ciliverghe. .

.

Reti: 5′ Manzoni, 9′ Porcino, 44′ Magrin
PERGOLETTESE: Leoni, Alborghetti, Riceputi (39′ st Ibe), Piras, Baggi, Ghidini, Rossi, Tonon (30′ st Pedrabissi), Dimas, Manzoni, Boschetti (35′ st Xamin).
A disp. Calvaruso, Brero, Arpini,  Maietti,  Donzelli, Cipelletti.
All. Passariello Ferdinando
VIRTUS BERGAMO: Cavalieri, Mister (46′ st Deri), Seck, De Angeli, Scannapieco, Meregalli, Magrin, Flaccadori (27′ st Redaelli), Amodeo ( 36′ st Morosini), Porcino, Germani.
A disp. Bacuzzi, Colombi,  Martinelli, Facoetti,  Masinari, Risi.
All. Madonna Armando

Arbitro : sig.Tolva Jacopo della sez. di Salerno.
Assistenti: sig.Turiello Antonio e sig. Santamarina Antonio della sez. di Napoli

Vince la Virtus Bergamo la semifinale dei play off che gioca una gara cinica e concreta e va in finale play off contro il Ciliverghe che ha battuto la Pro Patria. Alla Pergolettese non basta una buona prestazione con un fantastico gol realizzato perchè è sempre condita con errori importanti che ne condizionano il risultato. Passata subito in vantaggio il Pergo si fà raggiungere dopo 4′ con l’esterno che crossa quasi indisturbato, nessuno vede l’inserimento del centrocampista e i difensori centrali si fanno anticipare. Nel gol del raddoppio bravo Magrin a metterla in porta ma era chiaro che poteva metterla solo sopra la barriera e Leoni ci è arrivato tardi comunque. Errori che sono stati la costante di tutto il campionato hanno condizionato tutte le partite e costretto il Pergo ad abbandore sogni di Lega Pro . La semifinale è cominciata benissimo con uno splendido gol di Manzoni che supera Cavalieri con un diagonale dopo un triangolo che Dimas chiude di tacco. Passano solo 4′ e la Virtus pareggia. Seck crossa da sinistra vista la tiepida opposizione di Alborghetti premiando l’inserimento di Porcino che anticipa Ghidini e segna di testa. Al 21′ è Magrin a servire Amodeo che però cicca clamorosamente la conclusione. Il più pericoloso, anzi l’unico che tira verso la porta avversaria, è Dimas che conclude tre volte la prima alta al 27′ le altre due parte da Cavalieri. Il finale di tempo è tutto bergamasco con un tiro rimpallato di Flaccadori al 37′, due conclusioni dell’ex Amodeo una alta e l’altr parat da Leoni. Al 44′ punizione per bianconeri con il tiro di Magrin che supera la barriera e si insacca con Leoni in ritardo ancorato all’irraggiungibile secondo palo. Il secondo tempo è tutto di marca gialloblù con i bergamaschi che provano a gestire palla senza mai affondare in contropiede. Per il Pergo due cross pericolosi di Dimas e Rossi al 8′ e 12′. L’occasionissima arriva al 12′ con un regalo della Virtus che regala palla a Boschetti che serve Dimas tutto solo davanti a Cavalieri ma sul piede sbagliato ed il tiro del brasiliano serve solo a far fare bella figura a Cavalieri. La gara si complica per i gialloblù man mano che passano i minuti ed affiora la stanchezza. Primo cambio solo al 31′ della ripresa per la Pergolettese, forse un pò tardi per cambiare il corso della partita. E’ proprio Pedrabissi al 43′ a crearsi una bella palla gol con un tiro dal limite che trova però ancora Cavalieri prontissimo a deviare in angolo spegnendo le residue speranze dei cremaschi.