Giana al lavoro per la Lega Pro

A Gorgonzola continua il lavoro per superare tutti i problemi della nuova categoria. .

Non sarà una passeggiata nè tecnica nè organizzativa quella della Giana che deve prepararsi alla Lega Pro. Si parte però da un punto : la ferrea volontà del patron Oreste Bamonte di fare la Lega Pro e giocarla a Gorgonzola. In quest’ottica il presidente ha parlato più volte con l’amministrazione comunale e dovrebbe arrivare a breve l’autorizzazione alla demolizione della vecchia e fatiscente piscina alle spalle della porta di destra. In quell’area infatti sarà costruita una tribuna in tubolari per arrivare alla capienza necessaria di 3000 posti per la LP. Contenstualmente inizierenno gli altri lavori minori come la nuova recinzione e altri piccoli locali necessari per la regolarizzazione dell’inpianto. Il presidentissimo è certo che il tutto sarà pronto per l’inizio del campionato o al massimo per il mese di ottobre. Per quel che riguarda l’aspetto tecnico invece si partirà come sempre da Cesare Albè (che si iscriverà al corso di Coverciano per ottenere l’abilitazione e nel frattempo godrà della deroga per i neopromossi), infondate le varie voci circolate di allenaotori come Tricarico o Monelli. In questo periodo si stanno offendro alla Giana tanti tecnici con o senza sponsor e una miriade di giocatori, ma come sempre sarà Albè ed il suo staff a sciegliere e si continuerà sulla stessa line di questi anni. La rosa della Giana sarà composta da tutti giocatori lombardi della zona, non verrà data la casa a nessuno, ma solo una oculata scelta fra i residenti in zona. Anche lo staff societario sarà integrato da un segretario generale con esperienza ed un nuovo addetto stampa, circolano i nomi di Manzi (ex Pergolettese) e Maglieri (ex Renate e Tritium)