Saugella Monza in altalena, alla fine vince con un grande cuore

Pallavolo femminile A2: Saugella – Scandicci 3-2

Partita dai mille volti sembrava vinta per Monza ma poi… .

.

Il tabellino dell’incontro  Monza-Scandicci 3-2 : 25-20; 25-14; 16-25; 23-25; 16-14
Saugella Team Monza: Bruno 10, Balboni 2, Viganò (K) 36, Facchinetti 13, Garavaglia 8, Bonetti 7, Bisconti (L), Saveriano, Ravetta; ne: Rinaldi, Garbet, Pastrenge. All. Mazzola, Keller e Parigi.
Savino Del Bene Scandicci: Mazzini, Taborelli 21, Lapi 15, Fiore 14, Fanzini 2, Strobbe 10, Lussana (L), Bacciottini, De Fonzo (K) 2, Agresti, Chojnacka 16; ne: Rania, Colzi. All. Botti e Korytova

La classifica: Monza 10, San Casciano 10, Montichiari 9, Pavia 8, Soverato 8, Bolzano 7, Rovigo 6, Scandicci 6, Vicenza 5, Sala Consilina 3, Reggio Emilia 0, Gricignano 0.

Le immagini della partita :

ARTICOLO DAL SITO PRO VICTORIA VOLLEY

Inarrestabile Saugella, inesauribile Saugella: anche questa volta la squadra di Mazzola trova la forza per reagire e per girare un tie break che sembrava ormai compromesso, con la capolista sotto 2-8 e Scandicci che sperava di poter fare l’impresa. Niente da fare, invece, per le encomiabili toscane, che ce l’hanno messa tutta per fermare la corsa delle brianzole (42 sono le vittorie consecutive ad oggi), giocando come chi non ha nulla da perdere, ma tanto da guadagnare. Invece si sono trovate davanti una superlativa Viganò, che oggi festeggia anche il suo compleanno, che con le sue 36 realizzazioni personali tiene in piedi, praticamente da sola, la squadra. Ma le buone notizie non finiscono qui per la corazzata monzese: oggi, infatti, ha esordito in maglia biancoblù, anche se per pochi punti, “Momo” Ravetta che, contrariamente alle previsioni dello staff, oggi era a disposizione di Mazzola. A referto anche “Kikka” Garbet, anche se per il suo rientro definitivo bisognerà attendere ancora qualche giorno.

Ma veniamo alla cronaca di una gara che, dopo i primi due set, aveva illuso i più di una rapida e indolore conclusione. Solito starting seven per coach Mazzola, con Balboni e Garavaglia in diagonale palleggio-opposto, Viganò e Bonetti schiacciatrici ricevitrici, al centro la coppia Bruno-Facchinetti e Bisconti libero. Botti risponde con Mazzini in cabina di regia opposta a Fiore, come centrali Strobbe e Lapi, in posto quattro Taborelli e Fanzini; nel corso della partita spazio a Chojnnacka, mentre Fiore e Taborelli si inverono nei ruoli.

Primi due set praticamente senza storia, con Monza che allunga sin dai primi scambi e amministra il vantaggio fino alla fine (25-20, 25-14). Reazione delle toscane nella terza frazione, con il turno in battuta iniziale di Strobbe e il contributo di Taborelli, cresciuta nel corso del match; il finale è un monologo di Fiore (16-25). La Saugella prova a chiudere la pratica nel quarto parziale grazie a Viganò e a Bruno dai nove metri (16-11), ma Botti, con mossa azzeccatissima, inserisce De Fonzo, che in battuta ribalta le sorti del set (23-25). Scandicci sfrutta la scia del parziale precedente e, davanti ad un’attonita Saugella, si porta rapidamente sul 2-8. Monza ricuce pian piano, Balboni si affida a Viganò, che non tradisce e firma il match point, annullato prontamente da Chojnacka; ci pensano Facchinetti e l’attacco out di Taborelli a chiudere la contesa a favore di Monza (16-14).