V.Segrate si arrende a Motta

Pallavolo maschile B1 : Segrate-Motta 1-3

Motta si dimostra più solida ed esperta nei momenti clou della partita.

.

Volley Segrate 1978 Vs Pallavolo Motta TV 1-3 (24-26, 22-25, 25-23, 22-25)

VOLLEY SEGRATE 1978
Massimo Eccheli ha mandato in campo Sbertoli (1) in palleggio, Corti (18) opposto, Russo K (8) e Spairani (12) centrali, Preti (18) e Ruggeri (6) schiacciatori di banda, e Piccinelli come libero. Sostituzioni: Giacomelli L, Masciadri (0), Zago (1) Ne: Maggi, Colella, Erati.
1° all: Massimo Eccheli
2° all: Davide Colombelli
TM: Davide Sbertoli

Pallavolo Motta (TV)
Cappellotto ha mandato in campo Osellame (0) in palleggio, Meneguzzo opposto (23), Ioppi (10) e Bagnolesi (10) centrali, Mengozzi (14) e Roman (13) schiacciatori di banda, e Daldello come libero. Sostituzioni: Quarti (3), Lazzari (1), Ne: Carniel K, Bortolini, Gabana.

Arbitri
1° Ponzo (Cuneo)
2° Spinelli (Torino)

Le immagini della partita :

 

Domenica amara per i Leoni di Segrate che escono sconfitti dal proprio Palazzetto per la prima volta dopo più di un anno di vittorie. Niente da fare per i ragazzi di coach Eccheli che pur dimostrando di esserci e di non voler mollare mai la presa davanti al loro pubblico che non smette mai di incitarli e sostenerli, si devono accontentare di un unico set vinto e di zero punti in più da archiviare in classifica. Significativo il gesto a fine partita da parte dei Supporters Segrate che non hanno smesso di cantare la loro canzone finché tutti i Leoni non sono passati sotto “La Curva” applaudendo a mani alzate.
L’andamento della partita ha visto un primo set iniziato nel migliore dei modi per i Leoni che piazzano subito l’allungo (6-2) grazie ai muri di Riccardo Spairani e l’ace di Alessandro Preti, tanto che i trevigiani chiamano subito il primo time out. Si rientra in campo e i Leoni continuano a dominare fino al 12-9, quando arriva l’ace di Roman: da questo momento gli avversari iniziano a recuperare punto su punto, mentre i gialloblù concedono un po’ troppo. Il secondo time out tecnico vede ancora Segrate al comando grazie al muro vincente di capitan Russo, ma sul 20-20 Treviso pareggia i conti: punto su punto fino ai vantaggi, poi qualche errore di troppo in attacco da parte dei padroni di casa permette ai veneti di andare a chiudere il primo set (24-26).
Il secondo set inizia esattamente come il primo, con i Leoni che si portano sul 6-2 e i trevigiani che chiamano il primo time out. Segrate conduce però solo nella primissima parte del set, perché poi sull’11-8 arriva il black out che consente alla formazione ospite di piazzare un break di 0-7 fino al 12-15, quando sbaglia poi il servizio. Roberto Corti interviene chiudendo prima in attacco e poi al servizio (17-20), Roberto Ruggeri piazza l’ace e Preti chiude una palla filo rete dopo la ricezione negativa di Treviso (20-22), ma non è ancora sufficiente: Spairani batte in rete e poi Mengozzi chiude il set (22-25) dopo averla fatta da padrone in attacco per tutto il set.
Il terzo set vede la formazione ospite mettere a segno i primi due punti e i Leoni costretti fin da subito a inseguire, ma la parità arriva sul 5-5, grazie all’attacco di Roberto Ruggeri. Si procede punto su punto fino al 13-12 siglato dal totem Spairani e poi finalmente Segrate piazza il break di 5-0 con Ruggeri al servizio che riesce a mettere in difficoltà la ricezione ospite grazie alla sua battuta jump flot, complice un Alessandro Preti risvegliato dal letargo che chiude tutti i palloni che il regista Sbertoli gli affida. Con il palazzetto infuocato che non smette un secondo di incitare i propri Leoni, i ragazzi di Eccheli procedono mantenendo il vantaggio guidati in attacco da Preti e Corti (18 punti in totale per entrambi). Sul 23-23 Riccardo Sbertoli interviene andando a segno con un pallonetto vincente sul secondo tocco, permettendo così ai gialloblù di conquistare il primo set ball che Alessandro Preti trasforma in punto trovando un mani out (25-23).
Anche il quarto set vede i veneti al comando con i Leoni che inseguono fino al 6-7 siglato dalla coppia Preti-Russo a muro, a cui segue il punto della parità per mano del giovane Ricky Sbertoli cha piazza l’ace. Ancora punto su punto fino al 12-12, poi Treviso si fa largo e vola a + 4, complici gli errori in difesa dei gialloblù e un Mengozzi scatenato in attacco. Roberto Corti non molla la presa, va a segno in attacco e a muro, tanto che coach Cappellotto richiama i suoi ragazzi (14-16). Eccheli sostituisce Michele Zago su Russo al servizio che accende un piccolo lume di speranza realizzando un ace. Punto su punto e Riccardo Spairani interviene in attacco (20-21), costringendo Treviso a chiamare il secondo time out. Il finale è, però, purtroppo negativo, complici gli errori in attacco di Preti e Corti nel momento decisivo che permettono ai veneti di chiudere set e match (22-25).
Pallavolo Motta rimane quindi in vetta alla classifica con punteggio pieno (12 punti), mentre Volley Segrate 1978 scivola a metà classifica con solo 6 punti.