Volley Segrate campione d’Italia Under 15

Fantastico risultato per il Volley Segrate che in unafinale tiratissima battono Lube Banca Macerata. .

Lube Banca Marche Macerata Vs Volley Segrate 1978 2-3 (25-20, 0-25, 25-23, 19-25, 13-15)

Alle ore 12.00 fischio d’inizio per la Finale Nazionale U15 maschile che quest’anno vede scontrarsi i Leoni del Volley Segrate 1978, che arrivano da 5 vittorie su 5 partite disputate in queste Finali e la Lube Banca Macerata, la squadra giovanile della blasonata società di serie A1. Il Palazzetto dello Sport di Sant’Agata li Battiati (CT) registra il tutto esaurito per questa finalissima che vale il titolo di Campioni d’Italia. 

Dopo l’amara sconfitta della passata stagione, quando i Leoni di Colombelli hanno perso proprio in finale contro Sisley Treviso (dopo averli battuti invece in finale Boy League), i Leoni capitanati da Riccardo Sbertoli scendono in campo determinati e…assetati di vittorie!

Ore 11.30 parte lo starting six: Gritti, Loglisci, Pedretti, Sbertoli, Pecin, Borgonovi. Saluto sotto rete e via con Sbertoli al servizio.

Primo set lasciato alla Lube Macerata, ma nel secondo set i Leoni reagiscono e ribaltano il parziale. Nel terzo set sembra saltare la corrente nella metà campo gialloblù con i Leoni che lasciano scappare la Lube concedendo un break di 0-8, ma sono poi bravissimi e determinati nella seconda metà del set tanto da arrivare alla parità sul 19-19 siglato dall’ace di Capitan Sbertoli. Punto su punto fino al 23-25. 2-1 Lube, ma i Leoni, questo Tricolore, lo vogliono a tutti i costi: ecco che i gialloblù sfoderano il meglio nel quarto set portandolo a casa per 19-25. Il 5 set vale la vittoria e il titolo che potrebbe scrivere la storia a Segrate: I Leoni partono bene, ma si fanno recuperare sul 13-13 con il palazzetto gremito di tifosi a bocca aperta ad aspettare ansiosi il risultato finale: Mattia Pedretti va a segno con un pallonetto ed è 13-14. Primo match ball nelle mani di Pedretti che va al servizio, si gioca e poi arriva il pallonetto out di Macerata ed 13-15. Volley Segrate 1978 vince la Finale Nazionale al tie break. Un pezzetto di storia è stato scritto.

Volley Segrate è Campione d’Italia!!!

I Leoni dell’U15 allenati dalla Coppia Colombelli-Scarpitta non hanno mai perso una partita dall’inizio del campionato, ha perso solo 4 set dall’inizio del campionato. In queste finali hanno vinto sempre 3-0 contro Trento, Catania, Schio e Cuneo. Ha vinto 3-1 contro la Lube negli ottavi di finale e in finale ha vinto 3-2 (13-15).

Il Tricolore va a Segrate!!!!!! I Leoni sono Campioni senza aver subito MAI una sconfitta.

Il Capitano gialloblù Riccardo Sbertoli, premiato miglior giocatore: Capitan Sbertoli intervistato dopo la vittoria: “Dopo l’esperienza passata l’anno scorso, era forse più la paura di riprovare quelle sensazioni di disagio della sconfitta in una partita così importante che la gioia di vincere. Tuttavia, siamo stati comunque bravi durante tutto il torneo siamo partiti subito concentrati, il nostro girone era considerato uno dei più duri con Trento e Macerata e Schio abbiamo giocato molto bene tutte le partite e questo ci ha permesso di chiudere le partiche abbastanza in fretta, senza lasciare troppi set in giro a parte con Macerata che è comunque una grandissima squadra e ci abbiamo lottato fino alla fine anche in finale per riuscire a vincere. Cosa si prova? L’ultimo punto lo aspettavo da tantissimo tempo, anche se non sapevo come, sapevo che quel punto lo avremmo fatto noi. Eravamo tutti determinati a portare a Segrate questo titolo che penso che non sia mai arrivato. Abbiamo scritto la storia, come ci hanno detto in molti. E Ora? Speriamo vada bene anche a Policoro settimana prossima con l’U17 anche se non siamo così quotati come lo era la U15. E’ inutile nascondersi dietro un dito, siamo venuti giù a Catania per cercare di portare a casa il titolo, mentre in U17 anche se è un po’ meno “creditata” è comunque un’ottima squadra e….ce la metteremo tutta.”

Mario Gritti n.1, centrale: “Gioco a Segrate da 2 anni e ho fatto anche la Boy League l’anno scorso e personalmente non ho mai perso una partita e poi vincere al tie break contro Macerata, che è comunque una squadra favorita, è stata un’emozione fortissima. Dopo il 3 set non ci credevo quasi più, ma siamo riusciti a reagire e abbiamo vinto. L’emozione è stata fortissima e me ne renderò conto forse tra qualche giorno riguardando la medaglia d’oro.”

Gianluca Loglisci n. 2, schiacciatore: “Siamo partiti come favoriti, secondo me eravamo la squadra fisicamente e tecnicamente più avanzata, e abbiamo giocato tutte le partite al massimo dando tutte le energie. E’ stata un po’ dura, perché 4 giorni molto faticosi però ce l’abbiamo fatta è stata una grandissima emozione. Quando ho visto la palla cadere per l’ultimo punto sono scoppiato. Per il futuro spero di rimanere a Segrate, perché è una grande società e ti fa crescere”.

Mattia Pedretti n.3, schiacciatore: Cosa si prova ad avere nelle mani il match ball che vale il Tricolore? “Sicuramente c’è la paura di sbagliare, ma c’è anche tanta voglia di fare punto, è l’ultimo punto. Si deve aver voglia di mettere giù la palla. Per prima cosa ho pensato a mettere di la la palla e poi ho pensato che i miei compagni avrebbero fatto il resto”.

Gabriele Pecin n.9, centrale: “E’ stata una delle più belle partite della mia vita, anche se è solo da 3 anni che gioco. E’ stata anche una delle più intense e comunque non è stata facile, perché noi ci aspettavamo forse una gara un po’ più facile visto il risultato del primo girone dove abbiamo vinto in modo abbastanza facile per 3-1. E’ stata una bella soddisfazione vincere questo titolo, perché l’anno scorso ci siamo arrivati veramenete vicini e poi abbiamo buttato via tutto mentre quest’anno ce l’abbiamo messa tutta e abbiamo raggiunto il nostro obiettivo”.

Diego Borgonovi n.12, schiacciatore: “L’approccio alla gara è stato un po’ sbagliato all’inizio perché comunque la Lube l’avevamo già battuta 2 volte e abbiamo pensato subito di vincere, però poi ci siamo ripresi e il terzo set è stato decisivo anche perché siamo partiti sotto di 8 punti e poi abbiamo recuperato. Abbiamo perso il set, ma ce l’abbiamo messa tutta. Poi è stata una bella partita perché anchel’ultimo set l’abbiamo vinto al pelo 13-15.. quindi, complimenti alla Lube, ma noi… Campioni d’Italia!”