Toniolo solo un pari con Chieti

Il Toniolo non supera la resistenza del Chieti
Brutto pareggio per 2-2 per i ragazzi di Sau. Buono l’esordio di Da Silva

Le immagini della partita sono concesse dal canale youtube del toniolo calcio a 5

incorporato da Embedded Video

YouTube Direkt

MILANO – Aiutati che Dio t’aiuta recitava un proverbio. Il Comelt Toniolo non l’ha fatto e la sorte gli ha voltato le spalle. Dalla partita che la doveva rilanciare, la squadra di Daniele Sau esce con un pareggio che poco serve alla classifica deludendo i propri sostenitori accorsi al Cambini. In più i biancoverdi si sono andati a complicare le cose con l’ammonizione di Ghezzi e l’espulsione di Maosky che dunque salteranno la sfida, a questo punto davvero cruciale, di sabato prossimo sul campo del Domus Chia. Le uniche note positive sono l’ottimo esordio di Rodrigo da Silva, acquistato in settimana dal Futsal Urbino, e il ritorno di Pisante per settimana prossima, recuperati i problemi fisici.
Insomma il buon momento arrivati dai pareggi con le migliori non viene seguito da una prestazione importante e, sopratutto, da un risultato soddisfacente. Una partita nata male. Il Chieti, nonostante una rosa ridotta all’osso con praticamente solo sei giocatori entrati in campo, inizia la gara per niente intimidito dando subito l’idea della partità che sarà. Dopo trenta secondi capitan Cornacchia spedisce sulla traversa una punizione calciata da quasi metà campo e, al terzo minuto di gioco, Gialloreto si lancia in contropiede riuscendo a concludere in rete nonostante le deviazioni di De Mello in ripiegamento e Murdaca in tuffo: 0-1.
Il Toniolo ci mette quasi cinque minuti ha riprendersi dalla sberla iniziale quando Maoski suona la carica con una conclusione di sinistro che non sorprende Santangelo. I padroni di casa finalmente si scuotono e, come un diesel cominciano a carburare. Ghezzi si libera bene con un bel dribbling ma il suo diagonale finisce a lato di poco; subito dopo ancora Maoski coglie il palo alla sinistra del portiere ospite. E’ il preludio al gol che arriva in modo carambolesco: Ghezzi è il più lesto di tutti ad aprofittare di un errore avversario e spedire nell’angolino lontano dalle mani di Santangelo. Il Toniolo spinge sull’acceleratore ma la porta sembra stregata. Battaia colpisce la traversa con un destro da fuori seguito dal palo di Da Silva un minuto dopo. Ci provano ancora Ghezzi e Arcuri ma il risultato non cambia.
Nella ripresa la musica e la stessa col Toniolo a fare gioco e il Chieti a difendersi con ordine pronto a rilanciarsi in pericolossisimi contropiedi che costano carissimo ai padroni di casa in termine di falli (con relative sanzioni) e reti subite. Murdaca s’impegna sulla punizione sempre di Cornacchia mentre il collega Santangelo si deve impegnare su Ghezzi servito da Da Silva, il più in palla dei suoi. La frittata arriva al 6′ quando nel tentativo di chiudere il passaggio sul contropiede, Peverini si stende in scivolata anticipando Ladisa ma mettendo fuori causa Murdaca in uscita.
La squadra di Sau ha il merito di reagire d’orgoglio ma senza troppa lucidità trovando il gol del pareggio tre minuti dopo con il tocco di Battaia ad un passo dalla linea sul tiro di Maoski. Lo stesso brasiliano colpirà un legno prima di beccarsi la prima ammonizione per proteste. Il Toniolo spinge moltissimo ma rischia anche tanto così che Murdaca prima e Maosky dopo devono intervenire fallosamente per fermare gli avversari lanciati a rete, solo che per l’universale biancoverde significa lasciare anzitempo il campo. Agli abruzzesi però non basta un minuto e mezzo in superiorità numerica per costruire un’azione pericolosa verso la porta milanese mentre il Toniolo, con grande sacrificio, riesce a chiudersi con efficacia e a terminare la partita senza altri danni.
Ma la classifica piange.

COMELT TONIOLO MILANO – CIVITANOVA = 4 – 4 (1-3)

COMELT TONIOLO MILANO: Murdaca, Intini, Arcuri, Da Silva, De Mello, M’Bow, Parenti, Maoski, Peverini, Tumino, Battaia, Ghezzi. All. Sau
C.U.S. CHIETI: Colaprete, Fascioli, D’Angelo, Desiderio, Cornacchia, Corregiari, Della Matrice, Gialloreto, D’Alessandro, Santangelo, Ladisa. All. Palladoro
ARBITRI: Peroni di Città di Castello e Pagnotta di Ascoli.
CRONOMETRISTA: Albertini di Ascoli.
RETI: 2’22 Gialloreto (C), 8’43 Ghezzi (CT) del p.t.; 6’36 aut. Peverini (C), 9’58 Battaia (CT) del s.t.
AMMONITI: 3’36 Ghezzi (CT), 10’22 Murdaca (CT), 13’06 Maoski (CT) del s.t.
ESPULSI: 18’25 Maoski (CT) per doppia ammonizione.
NOTE: primo tempo 1-1; angoli 11-4; falli: 1T. 4-3, 2T 5-5; Tiri liberi: Comelt Toniolo 0/0, C.U.S. Chieti 0/0.