Reima vittoria al tie break con Fantom

La squadra di Verderio vince al quinto set e mantiene la vetta della classifica.

.

La Reima Crema supera in cinque set la Fanton Modena Est e resta al comando della classifica del campionato nazionale di B2, girone B. Gara dai due volti quella dei blues di Vittorio Verderio che mantengono inviolato il PalaBertoni. Il primo parziale è stato equilibrato nei primi punti ma dopo il 7-8 avversario, i padroni di casa, grazie al turno in battuta di Giulio Silva, infilano un filotti di nove ad uno. I modenesi tentano di rientrare in partita ma capitan Daniele Egeste archivia la pratica (25-19).

Inizio scoppiettante nella seconda parte dell’incontro con la Reima intenta a dettare legge sino secondo tempo tecnico (16-12), dopodiché alcuni errori di troppo in attacco, permette a Modena di infilare un parziale di uno a dodici. Crema prova a recuperare con la formazione della disperazione ma gli ospiti chiudono 19-25. Il terzo set è stato estremamente lottato ma alla fine due errori discutibili del primo arbitro e un cartellino giallo a Nicola Mazzonelli hanno permesso agli ospiti di aggiudicarselo per 22-25.

Nel quarto set la Reima reagisce e riesce ad addomesticare Modena, mai doma e sempre precisa in attacco. La carica agonistica di Aaron Bonizzoni e compagni, trascinate dai cori d’incitamento del pubblico amico (oltre duecento persone), permette di trovare la via del pareggio (25-18).

In salita il tiebreak dove i blues girano campo sul 7-8 ma alla fine trascinati da Invernici, Silva e Bonizzoni, la Reima conquista i due punti.

Giornata da dimenticare per i due signori con il fischietto, che commettono una serie incredibile di “errori” facendo perdere il terzo set ai blues in modo veramente rocambolesco.
Sul punteggio di 1 set pari, gli arbitri fischiano a senso unico contro la Reima e riescono nell’intento di rovinare il clima prefestivo del pubblico, ma, cosa assai piu’ incredibile, riescono nel complicato intento di introdurre nuove regole durante una partita…
Già perché d’ora in avanti la Fipav dovrà rivedere i regolamenti di gioco in seguito alle novità ‘ introdotte dai due fischietti durante la partita.
Bravi i ragazzi a mantenersi concentrati e conquistare i due punti a fronte di un Modena che ha difeso veramente ogni pallone.

La società, nel rammaricarsi per quanto accaduto oggi, invierà una lettera ufficiale con richiesta di chiarimenti alla Federazione ed alla Commissione arbitrale. La dirigenza sta facendo i salti mortali per tenere viva questa storica società’ ; ogni giorno si lavora e si mette mano al portafogli per portare avanti il movimento. Non accettiamo che i risultati sul campo vengano condizionati da arbitraggi non all’altezza come quello di ieri stasera. Porteremo avanti la cosa avanti le sedi competenti, segnalando quanto accaduto e chiedendo spiegazioni: e’ facile sanzionare le società perché’ il pubblico protesta senza chiedersi il perché di quelle proteste, e quando le chiamate contro diventano 4 o 5 nei punti cruciali di un solo set evidentemente c’e qualcosa che non va.
Il cartellino giallo comminato a Mazzonelli che ha sancito la vittoria del terzo set per Modena e’ stato solo un episodio dei tanti messi in scena dagli arbitri che hanno dimostrato di non essere assolutamente all’altezza.
“Non siamo soliti lamentarci, ma questa volta e’ stato superato il limite”, questo l’amaro commento del diesse Michele Rota – Ora la lunga pausa, on la ripresa delle gare il 07 gennaio.