Comel Toniolo a valanga sull’Ascoli

CALCIO  A  5 – SERIE A2 – GIRONE A – 2^ GIORNATA Stratosferico Toniolo, al Cambini non si passa I ragazzi di Sau annichiliscono l’Ascoli con un roboante 9-2

MILANO – Casa dolce casa. All’interno delle mura del Cambini, il Comelt Toniolo Milano ritrova la grinta di un tempo, un gioco fluente e tanti gol, allungando la striscia vincente a 15 partite, contando le gare della passata stagione, sul parquet di casa. Dopo la gara di Roma la squadra ha avuto una reazione davvero convincente che non ha lasciato scampo al malcapitato Ascoli di mister Marini che ben presto ha dovuto alzare bandiera bianca.

Spariti i dubbi, arrivano le certezze. Mister Sau recupera solo all’ultimo De Mello e Arcuri acciaccati e Ghezzi non al meglio, mandando in quintetto Peverini, classe ’90, uno dei migliori in questo inizio di stagione. Proprio il giovane attaccante biancoverde sblocca il risultato dopo due minuti facendosi trovare pronto all’appuntamento sull’assist al bacio di Maoski da rimessa laterale. La partita parte subito a ritmi altissimi, con un grande pressing per entrambe le squadre che rendono il gioco vivo e molto intenso, con pochissimi attimi di pausa.

Dopo la rete del vantaggio, il Toniolo si prende un attimo di respiro e gli ospiti prendono il controllo del gioco con una bella reazione. Al 3′ Argenta impegna Murdaca con una punizione da fuori e, un minuto dopo, Mindoli colpisce il palo con alla destra del portiere milanese. I padroni di casa perdono per un’attimo le briglie della partita lasciando campo agli avversari i quali raggiungono il pareggio grazie al colpo di tacco di Guerrieri, dimenticato dalla difesa, a due passi dalla porta su assist di Argenta scappato via sulla sinistra.

Quando sembra accusare il colpo, la squadra di Daniele Sau si rimette in moto e, nel giro di tre minuti, mette la partita sui binari giusti. Al 12′ Maoski da calcio d’angolo trova il bellissimo taglio in area di Arcuri che, da due passi, non sbaglia e supera Dal Cin trafiggendolo tra le gambe. Giusto un minuto e Battaia vola sulla sinistra prima di battere Dal Cin con un tiro da appena fuori area defilato sulla sinistra. Passano ancora una manciata di secondi e Ghezzi fa poker con una incornata di testa sulla respinta di Dal Cin sul tiro di De Mello da oltre i dieci metri.

Nella ripresa la reazione dell’Ascoli si fa attendere cosi il Toniolo, con l’aggressività dei primi minuti, arrotonda il punteggio con una grande giocata di Battaia che di fisico difende il pallone, scappa sulla destra e incrocia nell’angolo lontano, imprendibile per l’estremo ascolano. Al 5′ Bordignon, il più pericoloso dei suoi, costringe Murdaca ad un intervento prodigioso nell’angolino basso. Risponde Dal Cin volando nel sette sul tiro di Maoski dopo un bel uno-due con Ghezzi.

Al 6′ lo stesso Ghezzi siglava il sesto gol appostato sul secondo palo per appoggiare in rete sul tiro mancino di De Mello innescato da Maoski da calcio d’angolo. Al 10′ De Mello faceva sette direttamente su punizione che chiudeva di fatto la gara, costringendo Marini a giocare col portiere di movimento e a prendersi tutti i rischi del caso. Ed infatti due minuti dopo Murdaca trovava la porta sguarnita calciando dalla propria area e realizzando l’ottava meraviglia.

Il Toniolo gestisce con grande tranquillità e lucidità la situazione dettata dalla tattica avversaria, non correndo praticamente pericoli di sorta. In più al 17′ l’espulsione di Sestili, forse troppo fiscale, aiutava i bianconeri a portare la nave in porto con maggiore sicurezza. Anche se a un minuto e mezzo dalla sirena e in inferiorità numerica si addormentava consentendo a Argenta di accorciare le distanze mettendo alle spalle di Tumino, appena entrato al posto di Murdaca, sull’assist di Lombardi da calcio d’angolo.

Negli ultimi secondi c’era gloria per Martinello il quale, da pochissimo in campo, in contropiede realizzava il gol che fissava il punteggio finale sul 9-2 che ragalano i primi tre punti in campionato.

 

 

 

COMELT TONIOLO MILANO – ASCOLI FUTSAL 9-2 (4-1)

 

COMELT TONIOLO MILANO: Murdaca, Bassan, Arcuri, Martinello, Pisante, De Mello, M’Bow, Maoski, Peverini, Battaia, Tumino, Ghezzi. All. Sau.

ASCOLI FUTSAL: Dal Cin, Lombardi, Mindoli, Sestini, Paolini, Russo, Felicetti, Giorgi, Argenta, Traini, Guerrieri, Bordignon. All. Marini.

ARBITRI: Aresu di Cagliari e Zago di Este.

CRONOMETRISTA: Gelonese di Milano.

RETI: 2’13 Peverini (CT), 8’38 Guerrieri (AF), 12’31 Arcuri (CT), 13’41 Battaia (CT), 14’27 Ghezzi (CT) del p.t.; 1’11 Battaia (CT), 6’44 Ghezzi (CT), 10’06 De Mello (CT), 12’07 Murdaca (CT),18’30 Argenta (AF), 19’15 Martinello (CT) del s.t.

AMMONITI: 1’30 Arcuri (CT), 12’47 Bordignon (AF) del s.t.

ESPULSI: 17’22 Sestili (AF) del s.t.

NOTE: primo tempo 4-1; angoli 9-10 falli: 1T. 5-4 2T 5-5; Tiri liberi: Comelt Toniolo 0/0, Ascoli Futsal 0/0.

 

 

 

Andrea Pavanello

Ufficio Stampa Comelt Toniolo Milano