Freestyle Bergamo-Aurora Milano 6-1

Calcio a 5, serie B

I rossoblù battono l’Aurora per 6-1, condannando matematicamente i milanesi alla retrocessione, con le doppiette di Sorzi, Ghezzi e Riccardo Conte. Ottima Tirana, in porta al posto di Ghisleni influenzato.

TORRE BOLDONE (BG) – Il Freestyle Bergamo torna alla vittoria condannando l’Aurora Milano che, matematicamente,
saluta la serie nazionale. Il sei a uno finale dimostra la differenza tecnica tra le due squadre, anche se poi il punteggio penalizza troppo gli ospiti, ai quali non è mancato lo spirito combattivo ma solo in una qual certa dose di precisione sotto porta.
Per i ragazzi di Max Santini una vittoria importante e meritata, almeno fino a quando la concentrazione non ha abbandonato i rossoblù nella seconda parte della gara, dopo la doppietta di capitan Sorzi, che aveva virtualmente chiuso la gara. Poi la soddisfazione di vedere in campo anche i ragazzi dell’under come Castelli (minuti nel primo e nel secondo tempo) e Bifano (prima apparizione della stagione), un piccolo premio per il grande impegno.
Senza lo squalificato Otelli e l’influenzato Ghisleni, tocca a Tomka Tirana scendere tra i pali, dimostrandosi subito sicuro e affidabile a dispetto dei suoi diciott’anni. I padroni di casa prendono ben presto il controllo della gara, grazie al vantaggio firmato al 4′ dal tap-in di Ghezzi dopo la respinta di Tiralongo sul tiro di Sorzi, mentre gli ospiti vivono sulle fiammate di qualche buona ripartenza, giocate non sempre con la giusta lucidità.
Il raddoppio arriva al 11′ sull’asse dei fratelli Conte: Stefano imbuca per Riccardo, lasciato colpevolmente solo dalla difesa milanese, e insacca inesorabilmente davanti a Tiralongo. Neri, nelle vesti solo di allenatore, si affida al timeout per ristabilire l’ordine nella propria squadra. L’Aurora alza il livello della difesa e comincia a creare qualche problema alla circolazione di palla degli orobici. Ma, a poco più di un minuto dalla pausa, ancora Ghezzi è il più lesto a riprendere la ribattuta di Tiralongo sul tiro ancora di Sorzi e a realizzare il terzo gol.
La ripresa è decisamente più combattuta, complice la deconcentrazione degli rossoblù e l’orgoglio dei milanesi, decisi a vendere cara la pelle. A chiudere i conti ci pensa l’immensa classe di Rossano Sorzi: il capitano, nello spazio di cinque minuti, infila due perle con una sicurezza imbarazzante. La prima sorprendendo il portiere sul primo palo da fuori area, il secondo ubriacando l’avversario diretto per poi appoggiare nell’angolo lontano, con Tiralongo costretto solo a guardare.
La gara si scalda, i milanesi mollano gli ormeggi e vanno all’assalto all’arma bianca. Ferri accorcia le distanze sbucando dentro l’area su calcio d’angolo, battendo Tirana e facendo le prove di rimonta che però non si concretizza. L’Aurora si mangia una bella quantità di palle gol, tradita dall’imprecisione, dalla sfortuna (due pali) e dall’ottimo Tirana, unico sempre attento fino al 40°. Ci vuole la rete di Riccardo Conte, servito sempre dal fratello Stefano, per raffreddare le speranze degli ospiti.
Finisce 6-1 e, con la contemporanea sconfitta dell’Aymavilles, si riapre uno spiraglio per i playoff. Proprio la trasferta di sabato prossimo con i valdostani deciderà il destino di questa stagione che potrebbe svoltare radicalmente, a sei turni dal termine. Incrociamo le dita.

FREESTYLE BERGAMO C5: Tirana, Gacnik, Sorzi, S. Conte, Ghezzi; Castelli, Siccardi, Bifano, Pisante, Passi, R. Conte. N.e. Ghisleni. All. Santini
AURORA MILANO: Tiralongo, Bruni, Frigerio, Pierro, Ferri; Bruno, Dell’Olio, Di Stefano, Bianco, Conca. N.e. Hibraim, Teodori. All. Neri.
ARBITRI: Bortolato di Cagliari, Pani di Oristano.
RETI: 4′ Ghezzi (B), 11′ R. Conte (B), 19′ Ghezzi (B), 24′ Sorzi (B), 28′ Sorzi (B), 31′ Ferri (A), 37′ R. Conte (B).
AMMONITI: 19′ Bruni (A), 32′ Tirana (B), 33′ Conca (A), 38′ Dell’Olio (A).
NOTE: primo tempo 3-0; angoli 4-12; falli: 1T. 3-1, 2T 5-5 Tiri liberi: Freestyle Bergamo 0/0, Aurora Milano 0/0.